Master breve. Il comportamento alimentare: strumenti e tecniche dello Psicologo

 

master comportamento alimentare
Sede: Roma Via Colautti, 20
Data: 04 Marzo 2016
Numero massimo: 18 partecipanti
Durata del corso: 70 ore
Quota d'iscrizione: 1290,00 rateizzabili a tasso 0
Benefits: materiali didattici, materiali per la pratica professionale inclusi nel prezzo
Attestati: Attestato di Obiettivo Psicologia s.r.l e crediti ECM
Attestato Crediti ECM del Ministero della Salute

Strutture per il pernottamento

Presentazione


La dieta, da sola, non è uno strumento efficace e sufficiente per la riduzione del peso corporeo di una persona obesa. In Italia ci sono più di 16 milioni di persone in sovrappeso, cinque milioni di persone sono obese e più di un milione e mezzo presentano obesità grave. C'è un coinvolgimento crescente dell'infanzia e oltre un terzo dei bambini tra i sei e i nove anni è in sovrappeso o obeso (34,1%).

Questi dati dimostrano l'inefficienza degli approcci terapeutici praticati fino ad ora. Non a caso, la maggior parte delle persone obese interrompe la dieta prima del termine; tra quelle che la proseguono, la maggior parte non perde peso; tra quelle che perdono peso, la maggior parte lo recupera in seguito. Solo il 12% dei pazienti obesi perde più di 10 kg e solo il 2% di essi riesce a mantenere questa perdita di peso.

Non si può pensare di affrontare il problema dell’obesità senza intervenire sulle cause e conseguenze psicologiche connesse a questa condizione, né possiamo lasciare sola la persona obesa, limitandoci a rimproverarla se non riesce a seguire una dieta.

 E' necessario un approccio terapeutico multidisciplinare per un problema che ha caratteristiche multifattoriali. Il modello bio-psico-sociale, conosciuto dagli anni 70, sottolinea la necessità di intervenire attraverso la comprensione e il cambiamento di fattori psicologici sottostanti.

Pensieri ed emozioni condizionano, in generale,  i nostri comportamenti. Tra i fattori che condizionano l’alimentazione in eccesso, un posto a parte spetta agli “Emotional Eating”(mangiare emotivo) e ai pensieri irrazionali e automatici tipici delle persone obese.  “Food is more than something to eat” sostiene un’anonima anoressica ed è noto come, sin dalle prime fasi di vita, il cibo assuma per noi significati che vanno ben oltre il semplice aspetto nutritivo. Quando questo avviene “ingrassiamo” poiché assumiamo  delle calorie non per soddisfare la “fame biologica” bensì per soddisfare la “fame emotiva”. Emozioni quali rabbia, ansia, vuoto, solitudine, noia, depressione, attivano delle risposte “appetitive” che non possono essere bloccate dalla semplice dieta. Le persone, infatti, sanno cosa devono o non devono mangiare ma non riescono a farlo e spesso si sentono colpevoli per questo e senza “speranza”.

I professionisti dell’area alimentare, consapevoli degli ostacoli emotivi presenti nei loro pazienti, hanno suggerito, nelle linee guida per il trattamento dell’obesità e del sovrappeso,  la necessità della figura dello psicologo al fianco dell’internista, nutrizionista, obesiologo, diabetologo fino ad arrivare all’area chirurgica per il trattamento delle obesità gravi (chirurgia bariatrica).

Se da una parte i risultati clinici ed i colloqui ci fanno capire quanto sia necessario per il paziente avere al suo fianco la figura dello psicologo, dal lato opposto troppi psicologi si improvvisano nel settore dellìalimentazione senza avere alcuna competenza e senza aver effettuato alcuna formazione specifica. Il risultato ottenuto è quello di una prestazione professionale “scadente” poco incisiva e approssimativa a danno dell’intera categoria. Il rischio diviene quello di perdere un settore di intervento che anche altri professionisti dell’area medico sanitaria ci hanno riconosciuto come di nostra competenza.

Per ovviare a tale problematica recentemente, l’Ordine degli Psicologi del Lazio, ha istituito il progetto P.A.S.S. (Psicologi Alimentari al Servizio della Salute), allo scopo di presentare alla cittadinanza e ai professionisti  medici, dietisti e biologi  un elenco di psicologi e psicoterapeuti che, a seguito di un’ adeguata formazione nell’ area dei problemi alimentari (non solo D.C.A.), siano idonei al trattamento delle problematiche qui in esame.  Inoltre, nella Regione Lazio, è nato un gruppo di lavoro che si occupa specificatamente del rapporto tra Psicologia e Alimentazione come conseguenza di una sentita richiesta in tale settore.

In questo senso il corso aderisce pienamente alle necessità emergenti e forma figure professionali in grado di operare secondo quanto suggerito dalle Linee Guida Nazionali.

Obiettivi


Consentire di avviare la pratica professionale autonoma in un settore di intervento che erroneamente si ritiene di esclusiva competenza medica nonostante le evidenze ci informino che i fattori che influenzano il peso corporeo siano solo in una minima percentuale dovuti a fattori biologici; il restante è influenzato da fattori ambientali e psicologico-comportamentali

Facilitare l’accesso professionale come Psicologi senza dover effettuare una formazione come psicoterapeuti

Inserirsi in un’area professionale specialistica ricercata sul mercato del lavoro

Essere in grado di avviare dei programmi di prevenzione per il problema dell’obesità e dei disturbi del comportamento alimentare riconosciuti, oggi, come un problema sociale di grande rilevanza

Sbocchi Professionali


Lo Psicologo, che opera nell’area del comportamento alimentare interviene,  in forma multidisciplinare,  nelle seguenti aree:

  • In associazione e supporto alle modifiche comportamentali richieste dalle diete, addestrando il paziente all’utilizzo di strategie per modificare il proprio stile di vita, aiutandolo a gestire gli aspetti emotivi conseguenti all’ obesità e al regime alimentare da seguire
     
  • Nella valutazione e preparazione all’intervento di chirurgia bariatrica
     
  • Nella prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare
     
  • Nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare (psicologo specialista in psicoterapia)
     
  • Nella gestione della “fame emotiva”
     
  •  Nel sostegno psicologico per pazienti affetti da patologie croniche (es. DIABETE, CELIACHIA) e i loro familiari
     
  • Nel fornire consulenze di tipo “psicologico-relazionale” ai genitori di bambini che presentano rifiuto per il cibo, inappetenza, alimentazione selettiva

Attraverso l’utilizzo del colloquio clinico, test psicodiagnostici, questionari (tecniche e strumenti specifici della professione di Psicologo), l’azione terapeutica e/o di sostegno sarà orientata verso:

  • Il cambiamento delle abitudini alimentari consapevoli e inconsapevoli
  • L’incremento della motivazione al trattamento
  • Comprensione dei significati attribuiti al cibo
  • Correzioni delle false credenze su ciò che fa ingrassare
  • Comprensione della relazione tra cibo ed emozioni
  • Educazione alla percezione degli stimoli di fame e sazietà
  • Lavoro sull’immagine corporea
  • Correzioni delle errate credenze sulla propria storia del peso
  • l’analisi delle ragioni dei successi/fallimenti
  • Identificazione delle cause del problema attraverso la storia del peso
  • Gestione delle emozioni e riconoscimento della fame emotiva

Destinatari


Il corso è rivolto a Laureandi e Dottori in Psicologia (con laurea di primo e secondo livello), Psicologi,  Psicoterapeuti (compresi i medici specialisti in psicoterapia ex art. 3, legge 56/89)

Metodologia


La peculiarità del percorso formativo è presentare casi clinici e colloqui integrali. L’ascolto dei colloqui sarà di tipo “attivo”, vale a dire che verrà spiegata, passo dopo passo, la tecnica del colloquio clinico, utilizzabile in una molteplicità di contesti. Troppo spesso, infatti, a conclusione del percorso di studi, il bagaglio culturale sembra essere di tipo prettamente teorico e poco spazio viene dedicato all’approfondimento di strumenti e tecniche tipiche della professione dello psicologo.

Pertanto, ogni week end sarà caratterizzato dall’ascolto di almeno un colloquio clinico (dieter, anoressia, bulimia, emotional eating, chirurgia bariatrica).
Accanto alla proiezione di filmati ci sarà, inoltre, la visione e discussione critica di monitoraggi alimentari dei pazienti, numerose esercitazioni, esplorazione delle credenze dei partecipanti al corso in tema di diete, obesità, alimentazione corretta.
Infine, durante il percorso formativo, sarà possibile “creare” progetti immediatamente spendibili nel settore professionale e utilizzabili per azioni di autopromozione.
E’ previsto che i partecipanti compilino un  loro personale “monitoraggio alimentare” al fine di evidenziare il proprio “stile alimentare” ed eventuali problematiche emergenti.
Le esercitazioni saranno svolte sia in forma individuale che gruppale.

Docenti


Dott.ssa Paola MEDDE

Psicologa Psicoterapeuta, Direttore didattico del Corso, Specialista in psicologia del Comportamento Alimentare e trattamento di disturbi del Comportamento Alimentare.
Responsabile Coordinatore del Gruppo di Lavoro di "Psicologia e Alimentazione" presso  l'Ordine degli Psicologi del Lazio.
Presidente SPICAP, Società professionisti Italiani del Comportamento alimentare e peso corporeo. L'esperienza come Docente e consulente di Master indirizzati a Medici e Biologi in Dietologia e Nutrizione Umana che ha condotto per 12 anni, unita ad una attività clinica ventennale, ha consentito di ideare un corso ad hoc per gli psicologi che intendano formarsi in tale settore.

Dott.ssa Jerilyn Tan BALONAN

Medico generale in più reparti dell’ospedale universitario di Santo Tomas e presso il Policlinico Universitario Tor Vergata.
Svolge attività libero professionale come Medico nutrizionista in vari ambiti. In particolare lavora con: pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia, ormonoterapia, disturbi endocrinologici, intolleranze alimentari, nutrizione dello sport, soggetti celiaci, disturbi gastrointestinali, pazienti vegani, vegetariani, macrobiotici.

Dott.ssa Alessandra REPOSATI

Psicologa e Docente ai corsi di “Psicologia del Comportamento Alimentare e Tecniche di Gestione del Peso Corporeo” . Dal 1994 si occupa di dipedenze, dal 2009, di dipedenze dal “cibo”. Socio S.P.I.C.A.P.
Dal 2014 partecipa alle attività dell’ Ordine degli Psicologi del Lazio come componente del gruppo di lavoro “Psicologia e Alimentazione”.

Date e Orari


Il Corso di Formazione, organizzato da Obiettivo Psicologia srl in collaborazione con la Dottoressa Paola Medde, ha una durata totale di 70 ore (64 in aula e 6 di studio individuale a casa).

Si tiene presso la sede dell'Associazione SPICAP, in via Colautti 20, Roma (bus 75 da Stazione Roma Termini fino alla fermata Carini-Pilo), nelle seguenti date:

  • Venerdì 04 - Sabato 05 - Domenica 06 Marzo 2016
  • Venerdì 08 - Sabato 09 - Domenica 10 Aprile 2016
  • Sabato e domenica Maggio 2016 (date da definire)

L'orario delle giornate formative è 9,30-18,30.

Oltre alle ore d'aula, sarà assegnata un'esercitazione da svolgere individualmente a casa e la scrittura di un articolo sulla Psicologia del Comportamento Alimentare. I migliori articoli verranno pubblicati sul sito www.opsonline.it

 

Programma


Prima giornata

Il Comportamento alimentare nei suoi aspetti bio-psico-sociali

  • Presentazione generale del programma del corso nella sua impostazione bio-psico-sociale
  •  Esercitazione: compilazione di un questionario esplorativo delle conoscenze dei partecipanti sugli argomenti da trattare
  • Aree di intervento della Psicologia del Comportamento Alimentare
  • Le basi biologiche del comportamento alimentare
  • Generalità sui nutrienti
  • Necessità Energetiche e Nutritive
  • Regolazione dell’introito alimentare: il meccanismo regolatore della fame e della sazietà
  • Le basi psicologiche dell’alimentazione: rapporto madre bambino come contesto di costruzione dei significati connessi al cibo (proiezione di filmato)

Seconda giornata

Soprappeso, obesità, magrezze: Composizione corporea e relativi controlli

  •  Body Mass Index, plicometria, misurazioni delle circonferenze: strumenti di valutazione dell’equilibrio ponderale
  • L’attività metabolica
  • Sovrappeso: Definizione e Misurazione
  • Obesità: Definizione e Misurazione
  • Proiezione del filmato sul colesterolo e la glicemia
  • Conseguenze patologiche dell'Obesità
  • Intervento: modifiche comportamentali, dieta, esercizio fisico, farmaci, chirurgia
  • Parte interattiva: approccio "clinico" dell'obeso

 

Terza giornata

 

Il mondo del “dieting” (la dieta)

  •  Il problema del soprappeso e la dieta
  •  Le caratteristiche psico-comportamentali della dieta
  • Esperimenti su soggetti a dieta (descrizione degli effetti secondari della dieta ipocalorica)
  •  Il problema del soprappeso e la farmacologia
  • Ascolto di colloqui integrali e proiezione del video "la dieta"

Quarta giornata

Metodologie di intervento abilitative-riabilitative e strategie di gestione del peso corporeo

  •  Tecniche cognitivo-comportamentali per la gestione del peso corporeo
  • Il Monitoraggio e il Diario alimentare
  • Come distinguere la Fame Biologica dalla Fame Emotiva
  • Ascolto di colloquio
  • Presentazione e formazione sull’utilizzo delle tecniche mediante la proiezione di diari dei pazienti

 

Quinta giornata

 

I Disturbi del Comportamento alimentare

  •  Principali differenze tra Disturbi del Comportamento Alimentare e Alimentazione Disturbata
  •  L’Anoressia Nervosa e La Bulimia Nervosa (presentazione di casi e ascolto di colloqui e proiezione di filmati)
  • Disturbo di Abbuffata Compulsivo (Binge Eating Disorders)
  • Disturbi del Comportamento Alimentare N.A.S.
  • Emotional Eating
  • Ascolto di colloqui integrali

Sesta giornata

Valutazione del paziente

  •  Assessment Multifattoriale: utilizzo di questionari e Test di valutazione del Disturbo
  •  Trattamento Multidisciplinare
  •  L'intervento riabilitativo: il clima interpersonale, la definizione degli obiettivi, la negoziazione degli obiettivi, la valutazione della motivazione al cambiamento
  • La “storia del peso” come indicatore del problema e delle sue cause
  • Disturbo Dispercettivo e Dismorfofobia: Esercitazione in aula

 AVVIAMENTO PROFESSIONALE

Settima giornata

Costruzione di progetti di intervento nell’ area dell’alimentazione

  • Come si realizza un progetto di prevenzione o intervento nell’area in oggetto
  •  Struttura di un progetto di intervento preventivo: a chi indirizzarlo, a chi presentarlo, come ottenere il finanziamento
  • Visione di progetti già effettuati (differenti tipologie)
  • Esercitazione in piccoli gruppi  sulla presentazione di un progetto di prevenzione
  • Verifica e discussione sui progetti presentati

Ottava giornata

L’ avvio della professione: aspetti pratico-operativi e autopromozionali

  • L’importanza di un corretto avvio di attività professionale
  •  Principi fondamentali dell’ attività professionale di psicologo alimentare
  • La rete di collegamenti con il territorio: come si realizza un progetto di autopromozione
  • Esercitazioni singole sulla presentazione della propria attività professionale
  • Verifica e discussione delle presentazioni effettuate
  • Questionari di valutazione dei partecipanti e di gradimento del percorso
  •  Eventuali approfondimenti richiesti dall’aula e conclusioni sul programma svolto
 
 

Benefits


Ogni partecipante riceverà, inclusi nel prezzo, tutti i materiali necessari per lo svolgimento del corso e gli strumenti per l'inizio della pratica professionale, consistente nel Kit dello Psicologo del Comportamento Alimentare:

Materiale didattico:

  • 2 dispense didattico-operative contenenti tutto il materiale presentato durante il corso
  • Matita/penna

Materiale per la pratica professionale:

  • 1  calcolatrice tascabile
  • Diario alimentare e relative master copy da fotocopiare e utilizzare con i pazienti
  • Schede pazienti  (master copy) da utilizzare con il paziente e riassumente i principali elementi (storia del peso, peso attuale, Body Mass Index, etc.)
  • 1 contacalorie digitale
  • Dispensa fotografica di cibi per l’autogestione dell’alimentazione e dell’introito calorico

Benefit inclusi

  • Kit dello Psicologo del Comportamento Alimentare
  • E-book "Psicologia del Comportamento Alimentare"
  • 2 giornate formative sull'avviamento professionale

Attestati


Obiettivo Psicologia srl è un provider riconosciuto dal Ministero della Salute ed una società convenzionata con la facoltà di Medicina e Psicologia dell'Università di Roma La Sapienza per i tirocini universitari.

Al termine del percorso verrà consegnato un Attestato di Obiettivo Psicologia srl ai partecipanti che avranno frequentato almeno l'80% delle giornate d'aula e che ha validità per l'inserimento nel proprio curriculum vitae, per fini lavorativi.

Verranno assegnati i crediti ECM dal Ministero della Salute e il numero di crediti verrà comunicato prima dell'inizio del Corso.

I crediti verranno assegnati a tutti i partecipanti iscritti all'Albo che frequenteranno le ultime 2 GIORNATE FORMATIVE DI APPROFONDIMENTO SULL'AVVIAMENTO DELLA PROFESSIONE PSICOLOGICA.

Iscrizioni e Agevolazioni


QUOTA DI ISCRIZIONE

La quota di iscrizione al corso è di 1290,00 euro rateizzabili, compresi tutti i materiali elencati in programma.

 

Sconti riservati ai possessori dell'abbonamento ad opsonline (abbonamento Liberamente):

1240,00€ per gli iscritti residenti nella regione Lazio
1230,00€ per gli iscritti che provengono da fuori Lazio. [*]
1220,00€ per gli iscritti provenienti da Sicilia o Sardegna. [*]

[*] E' necessario presentare documentazione di viaggio.

 

Promozioni per abbonati e non:

  • E' prevista una riduzione di 50,00 euro per chi ha già frequentato corsi d'aula di Obiettivo Psicologia srl
  • E' prevista una riduzione del 10% per pagamenti in un'unica soluzione
  • E' prevista una riduzione di 50,00 euro per iscrizioni pervenute entro 2 mesi prima dell'inizio del percorso formativo
  • Per pagamenti dilazionati, la rateizzazione, in 4 rate mensili, è a tasso zero e non prevede alcuna spesa aggiuntiva

Le promozioni indicate sono cumulabili con gli sconti dell'abbonamento "Liberamente", ma non sono cumulabili tra loro.

MODALITA' DI ISCRIZIONE

Per effettuare l'iscrizione a questo Corso, richiedi il modulo di iscrizione alla Segreteria Organizzativa via e-mail, a formazione@opsonline.it specificando il titolo del corso stesso.

Per formalizzare l’iscrizione, è necessario far pervenire il modulo di iscrizione compilato e firmato, assieme a copia del versamento (bonifico bancario o vaglia postale), al numero di fax 06 45498726 oppure all'indirizzo di posta elettronica formazione@opsonline.it

In alternativa, è possibile recarsi in sede per il versamento, previo appuntamento telefonico, al numero 06 7809928.

Contatti


Obiettivo Psicologia srl Telefono: 06 7809928 Fax: - 06 45498726 Sito internet: www.opsonline.it E-mail: formazione@opsonline.it oppure formazione@obiettivopsicologia.it Via Castel Colonna 34, Sc.B, Int.2 - 00179 - Roma

Contattaci - Eventi ECM

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Codice sicurezza
captcha

Vuoi un contatto diretto?

Telefono: 06 7809928
E-mail: formazione@opsonline.it oppure formazione@obiettivopsicologia.it
×